Jump to content

Pre e finali che hanno fatto la storia di Accuphase


GFF1972
 Share

Recommended Posts

Su stereophile ci sono 3 prove di accuphase del tempo. Due combo, uno molto vecchio, e un dp 75 il dp 65 bazzica li in mezzo. Secondo me non atterri tanto lontano da questi. 

Link to comment
Share on other sites

@Ggr Grazie. Il DP65V è successivo al DP75, ma è precedente al DP75V.

In ogni caso, noto che ha ancora quotazioni alte; in Giappone (dove dovrebbe costare meno), costa circa euro 3.000,00, che non è affatto poco, specie se si considera che, per quanto ho compreso, legge solo ii CD e non altri formati. Il che mi induce a pensare che, sotto il profilo della meccanica, sia una elettronica di livello elevato.

G

 

Link to comment
Share on other sites

@GFF1972
Buondì Gianluca,

innanzitutto complimenti per la magnifica ricostruzione storica, a parte i giradischi sui diffusori, ma credo di aver compreso che a te piaccia completare le cose presto e bene.

Non conosco il DP65V, però ho avuto il DP55V, il mio primo Accuphase, buon lettore ma un po' troppo impostato sul morbido per i miei gusti, comprato e rivenduto a circa 2 k diversi anni fa. Le quotazioni vengono mantenute perché la qualità intrinseca è reale.
Tieni però sempre presenti i possibili problemi alle meccaniche di lettura, più sono risalenti nel tempo maggiori potrebbero essere i problemi dovuti all'usura ed alla progressiva assenza di ricambi.

Io suggerirei pazienza nella ricerca, magari mettiti d'accordo con il nostro moderatore che ti dia il suo DP 77 quando avrà trovato un DP 700 😂, od in alternativa segnala la cosa a qualche rivenditore, affinché ti avvisi in caso di permute che comprendano apparecchi del genere.

Insomma, va bene la filologia, ma i due impianti che hai formato sono nati per l'analogico; se ti va, aggiungi pure il digitale, ma che almeno ne valga la pena...

Link to comment
Share on other sites

@codex Ciao Mariano, so bene che il giradischi sui diffusori non è il massimo, ma trovare il posto per ben quattro giradischi in uno studio non è facile; già così ho occupato una intera parete, ma devo dire che gli apprezzamenti di alcuni clienti (uomini ed anche qualche donna) mi hanno dato grande soddisfazione. In ogni caso, posso assicurarti che quei diffusori con quel legno ed il vetro che fa da ripiano trasmettono vibrazioni veramente in modo impercettibile; non ho notato, infatti, ripercussioni sul suono, anche perché, come puoi immaginare, il volume, salvo quando ascolto da solo la sera o il fine settimana, raramente è alto.

Quanto al lettore CD, sicuramente il 77 è una macchina più completa (legge anche i sacd) e recente, ma costa molto di più. Considerando che a studio (ed anche a casa) ascolto normali cd e che su questo 65V ho letto buone/ottime cose, alla luce del costo che sono riuscito a spuntare (euro 2.300,00, compreso di imballo, che mi sembra veramente ottimo) da un negozio conosciuto, preferirei “accontentarmi” di questo 65V; anche perché ho visto che ha già l’uscita digitale e, pertanto, posso collegarlo ad un dac più evoluto. Per questo stesso motivo, quando sarà, completerò l’impianto McIntosh vintage con il lettore vintage MCD7000 o MCD70005.

In ogni caso caso, ti (vi) aggiorno.

Grazie,

Gianluca

Link to comment
Share on other sites

@GFF1972

Nulla da eccepire sul 65V, ci mancherebbe, ho visto che ha già la doppia alimentazione. Dal momento che lo prendi in negozio, avrai anche la garanzia, seppur per un periodo limitato.

Quanto all'aggiunta di un dac più evoluto, non penso che sia necessario, poi ovviamente più l'apparecchio è versatile meglio è, avere delle funzionalità in più è sempre meglio che non averle.

Link to comment
Share on other sites

@Variable Sui diffusori non si vede nulla; poi, ripeto, almeno con questi diffusori, tra legno e vetro, le vibrazioni che arrivano al giradischi sono veramente bassissime.

in ogni caso, non ho la profondità per mettere in sicurezza le staffe.

Grazie,

Gianluca  

Link to comment
Share on other sites

@GFF1972 beh, se uno tiene i gira sui diffusori e sostiene che non abbia effetto sul suono, ha tutto il mio rispetto come persona ma non lo considero un audiofilo. Mi sembra che dia più importanza alle lucine dei tuner e dei VV. Il che, lo ripeto è rispettabilissimo.

Link to comment
Share on other sites

@GFF1972 @Variable
Chiedo venia, credo che l'argomento, sicuramente interessante dal punto di vista dei rispettivi gusti estetici, possa trovare spazio di approfondimento in altre sezioni del forum.
L'oggetto del thd è tutt'altro, quindi mi permetto sommessamente di suggerire lo spostamento della discussione su come vada o meno posizionato un giradischi in altro luogo. Grazie per la comprensione.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Ciao, possibile che, a volte, si debba scadere in considerazioni fuori luogo ed in giudizi personali che trascendono dall’argomento di questa discussione?

Nessuno mette in dubbio che il giradischi non vada sui diffusori; mi sembra di averlo già scritto e mi sembra di aver già motivato il perché, e mi sembra pure di aver detto che, ascoltando a volume basso, non si avverte quasi alcun condizionamento sul suono! Quindi? Perchè continuare a dare giudizi fuori luogo? L’oggetto di questa discussione è altro; l’oggetto non è dove posizionare i giradischi!

Grazie,

Gianluca

 

 

 

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...