Jump to content

Pre e finali che hanno fatto la storia di Accuphase


GFF1972
 Share

Recommended Posts

Chiedo, ora, anticipando i tempi, a chi conosce il sound e la circuitazione interna degli Accuphase, che diffusori consigliate?

Sui Mc sono preparato e ferrato, con Accuphase cammino un po’ al buio. 
Ho da parte - e potrei riutilizzarla - la prima coppia di diffusori che acquistai usata da ragazzo e che mi ha fatto compagnia per tanti anni, con grande soddisfazione; parlo delle Infinity Studio Monitor SM122: alta efficienza allo stato puro. Che ne dite: ha senso fare una prova? Io le usai con un integrato ibrido McIntosh degli anni ‘50 (l’MA230) e ne rimasi incredibilmente e positivamente colpito!

Grazie

Link to comment
Share on other sites

Sono efficienti, e sembra facili da pilotare. Non vedo controindocazioni. Una prova va fatta di sicuro.

In generale, accuphase sui vecchi modelli di integrati, tarava le protezioni a 3 ohm, sempre gatantendo le prestazioni di targa, come da buona abitudine della casa. 

Quindi se si sta su diffusori normali, non si hanno problemi.

I finali puri invece, a vedere i dati di targa, non dovrebbero avere praticamente problemi. 

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
1 ora fa, GFF1972 ha scritto:

Infinity Studio Monitor SM122: a

Le ho avute negli anni 90, prese nuove da Brollo Hifi a Milano, le pilotavo con un Denon pma 1560 con buoni risultati,ma nel mio caso il basso era un po’ troppo lungo. Se le hai ancora nonostante la stazza una prova la farei.  

 

Link to comment
Share on other sites

@GFF1972

Buondì Gianluca, innanzi tutto complimenti per il nuovo acquisto, spero ti soddisfi in assoluto, al di là dei confronti con l'accoppiata Mc in tuo possesso.
Capitolo diffusori: all'epoca, prima metà degli anni '70, i diffusori erano quasi tutti in sospensione pneumatica e/o ad alta efficienza, quindi volendo rimanere sugli abbinamenti corretti sotto il profilo storico-filologico, bisognerebbe identificare qualche diffusore con queste caratteristiche.
Devi però considerare che, mentre le elettroniche del periodo sono facilmente riparabili e manutenibili, per i diffusori vi è il problema dell'inesistenza di ricambi dei driver, della necessità di rifare i crossover (snaturando quindi il suono originale), per non parlare di eventuali problemi estetici.
Se fossi in te farei una prova con le tue Infinity, ma non mancherei di provare anche qualche abbinamento moderno, magari un due vie relativamente efficiente.

Link to comment
Share on other sites

Una prova se possibile,  va sempre fatta. Comunque non c'era nessun problema di pilotaggio, o compatibilità è proprio il suono b&w che riguarda il mio gusto personale. Magari a te piace. Poi le mie erano una vecchia serie. Magari le nuove sono diverse.

Link to comment
Share on other sites

@codex Ciao Mariano, grazie. Proverò con le mie Infinity.

Penso che un ottimo compagno di viaggio sarebbero le Klipsh Heresy, ma non saprei proprio dove metterle (otre a doverle comprare, ma ora mi devo fermare).

Vi aggiorno.

 

Link to comment
Share on other sites

@GFF1972

So che tu studi e ti documenti, quindi provo a darti un suggerimento, sull'usato o sul nuovo (a Roma qualcuno le ha).
Jbl Studio Monitor 4319, diffusore a tre vie con tweeter caricato a tromba, medio a cupola rovesciata (una delizia) e woofer da 30 cm. con carico bass reflex anteriore.
Sono diffusori efficienti, molto equilibrati, rapporto q/p eccellente, assolutamente compatibili con amplificazioni anche "morbide", sono persino dotati di regolazioni per medi ed alti.
Ovviamente sono monitor, quindi il suono viene proiettato un po' in avanti, ma penso che potrebbero ben convivere, anche per  l'estetica "old style", con una coppia come la tua.

Vanno poste su stand da 40/45 cm., non più alti pena l'eccessiva asciugatura del basso.

Va bene, modalità diavoletto tentatore off 😁

Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti; prima del tempo sono arrivati il pre ed il finale in studio; me li hanno portati qualche ora fa. Prima del fine settimana, però, non potrò provarli, per mancanza di tempo. Sono bellissimi!

 

Link to comment
Share on other sites

Al volo, sono riuscito a fare una velocissima prova con le mie Infinity, con i Bee Gees: mi sono emozionato! Un tuffo nella mia adolescenza! Mi ero dimenticato la “potenza” e la “luminosità” dei bassi delle Studio Monitor. Ovviamente, dieci minuti non sono sufficienti per poter dire ancora nulla, ma le premesse sono più che buone.

 

Link to comment
Share on other sites

@maxbara Alle 4:00 mi sono svegliato; ho dovuto lavorare per circa un’ora; alle 5:00 ho dovuto fare spostamenti per trovare lo spazio per questi gioiellini e per collegare i vari componenti; ed alle ore 6:45 sono partiti i Bee Gees 😁

  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

Ciao, inizio la prova di ascolto.

Vi aggiorno. 
Prossimo fine settimana, forse, dovrei stare più libero e proverò a fare una comparazione tra Accuphase C-200 e P-250, da un lato, e McIntosh C-28 ed MC-2105, dall’altro, a parità di sorgenti, diffusori ed ambiente. Spero di riuscire a farlo.

Nel mentre, vi confesso che ho ceduto alla tentazione ed ho acquistato il tuner T101 (di un anno successivo al T100 e, all’epoca, proposto con l’integrato ), così ho completato il trittico vintage Accuphase (lo vendevano su ebay ad un prezzo allettante; dovrebbe arrivare lunedì; speriamo bene).

A proposito del tuner, qualcuno sa dirmi come suona? Le recensioni sono più che buone. E, inoltre, al di là di avere solo FM e non AM, le differenze con il T100?

Grazie,

Gianluca 

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...