Jump to content

Pre e finali che hanno fatto la storia di Accuphase


GFF1972
 Share

Recommended Posts

Sto aspettando la risposta del venditore; è ovvio che per me, qualora fosse una soluzione tampone per occultare graffi o altro, queso difetto sarebbe rilevante e mi farebbe desistere dalla trattativa.

Grazie

Link to comment
Share on other sites

@GFF1972

Buongiorno Gianluca,
ho anch'io cercato in rete, ma foto del P 300 con quella cornice nera non ne ho viste.
E' dunque probabile che si tratti di un intervento di ripristino "artigianale" che non mi lascerebbe tranquillo sullo stato generale dell'elettronica che, data l'età, andrebbe comunque ricondizionata.

Se fossi in te propenderei per un supplemento di ricerca, senza fretta.

Link to comment
Share on other sites

@codex Ciao Mariano,

grazie. Anche a me la cosa non lascia tranquillo; per altro, il venditore non ha ancora risposto alla mia domanda e la cosa non è proprio il massimo.

In ogni caso, ti/vi aggiorno.

Gianluca  

Link to comment
Share on other sites

Allora, piccolo aggiornamento: venerdì pomeriggio andrò a vedere e ad ascoltare presso il negozio di Roma che li vende  l’accoppiata C200 e P250 (entrambe le elettroniche dovrebbero avere i manuali originali); se le condizioni, come spero, saranno ottime, li porterò a casa; ho anche raggiunto l’accordo sul prezzo.

Speriamo bene🤞. Poi, farò un paragone con McIntosc C/28 e MC2105.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Forse l’avete già visto, ma a questo link c’è la brochure dell’epoca del trio T-100,C200 e P300. Sempre belle le brochure Accuphase, sia quelle moderne che quelle dell’epoca....

Link to comment
Share on other sites

@Eclipse
Molto bella ed old style, comunque ricca di informazioni; rammento che le brochure dei singoli apparecchi sono disponibili sul sito Accuphase Product Museum, come già segnalato in altra discussione.

@GFF1972

Come vedi, di fianchetti neri nemmeno l'ombra 😉...

Spero che il tuo ascolto di venerdì sia soddisfacente, poi attendiamo una tua impressione.

Link to comment
Share on other sites

@codex Grazie Mariano.

@Ggr Venerdì andrò ad ascoltare il P250 (con il C200) e non il P300, che, invece, ha la (ignota) cornice nera.

Detto ciò, fermo restando l’ascolto che farò venerdì pomeriggio, qualcuno sa dirmi le differenze tra il P250 ed il P300 (potenza a parte)?

Grazie,

Gianluca

Link to comment
Share on other sites

Ricordo ancora quando per curiosità svitai il pannello superiore del C200 e del P300,un vero spettacolo e parliamo dei primi anni '80,quando anche i prodotti cosiddetti "consumer" erano ben lontani dai prodotti vuoti e plasticosi di oggi

Link to comment
Share on other sites

Sono appena rientrato; vi aggiorno con tre parole: “li ho presi!”. Sono bellissimi!

Dovrei ritirarli materialmente tra venerdì e sabato di questa settimana. Li ho provati ed ascoltati con diffusori ESB; ho voluto provare, sopratutto, i due ingressi phono, che a me interessano molto, avendo vari giradischi.

Sono tenuti benissimo; quasi intonsi; me li hanno aperti per farmeli vedere all’interno e sono rimasto colpito dalla linearità e “pulizia” della circuitazione (parlo, soprattutto, de finale, perché il pre, all’interno, è suddiviso in ulteriori scomparti a loro volta coperti)!  
Solo una delle due lampadine del vu meter di destra era più fioca: me la sostituiranno e per questo motivo non me lo sono portati.

Avrò anche i rispettivi manuali originali.

Insomma, si capisce che sono contento, nonostante io sia innamorato degli occhioni blu!

Non vedo l’ora di poterli avere e di poterli provare; spero tanto di trovare il tempo per farlo e per organizzare una prova d’ascolto combinata con i miei McIntosh vintage.

Ciao,

Gianluca

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Chiedo, ora, anticipando i tempi, a chi conosce il sound e la circuitazione interna degli Accuphase, che diffusori consigliate?

Sui Mc sono preparato e ferrato, con Accuphase cammino un po’ al buio. 
Ho da parte - e potrei riutilizzarla - la prima coppia di diffusori che acquistai usata da ragazzo e che mi ha fatto compagnia per tanti anni, con grande soddisfazione; parlo delle Infinity Studio Monitor SM122: alta efficienza allo stato puro. Che ne dite: ha senso fare una prova? Io le usai con un integrato ibrido McIntosh degli anni ‘50 (l’MA230) e ne rimasi incredibilmente e positivamente colpito!

Grazie

Link to comment
Share on other sites

Sono efficienti, e sembra facili da pilotare. Non vedo controindocazioni. Una prova va fatta di sicuro.

In generale, accuphase sui vecchi modelli di integrati, tarava le protezioni a 3 ohm, sempre gatantendo le prestazioni di targa, come da buona abitudine della casa. 

Quindi se si sta su diffusori normali, non si hanno problemi.

I finali puri invece, a vedere i dati di targa, non dovrebbero avere praticamente problemi. 

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
1 ora fa, GFF1972 ha scritto:

Infinity Studio Monitor SM122: a

Le ho avute negli anni 90, prese nuove da Brollo Hifi a Milano, le pilotavo con un Denon pma 1560 con buoni risultati,ma nel mio caso il basso era un po’ troppo lungo. Se le hai ancora nonostante la stazza una prova la farei.  

 

Link to comment
Share on other sites

@GFF1972

Buondì Gianluca, innanzi tutto complimenti per il nuovo acquisto, spero ti soddisfi in assoluto, al di là dei confronti con l'accoppiata Mc in tuo possesso.
Capitolo diffusori: all'epoca, prima metà degli anni '70, i diffusori erano quasi tutti in sospensione pneumatica e/o ad alta efficienza, quindi volendo rimanere sugli abbinamenti corretti sotto il profilo storico-filologico, bisognerebbe identificare qualche diffusore con queste caratteristiche.
Devi però considerare che, mentre le elettroniche del periodo sono facilmente riparabili e manutenibili, per i diffusori vi è il problema dell'inesistenza di ricambi dei driver, della necessità di rifare i crossover (snaturando quindi il suono originale), per non parlare di eventuali problemi estetici.
Se fossi in te farei una prova con le tue Infinity, ma non mancherei di provare anche qualche abbinamento moderno, magari un due vie relativamente efficiente.

Link to comment
Share on other sites

Una prova se possibile,  va sempre fatta. Comunque non c'era nessun problema di pilotaggio, o compatibilità è proprio il suono b&w che riguarda il mio gusto personale. Magari a te piace. Poi le mie erano una vecchia serie. Magari le nuove sono diverse.

Link to comment
Share on other sites

@codex Ciao Mariano, grazie. Proverò con le mie Infinity.

Penso che un ottimo compagno di viaggio sarebbero le Klipsh Heresy, ma non saprei proprio dove metterle (otre a doverle comprare, ma ora mi devo fermare).

Vi aggiorno.

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.