Jump to content

che bello questo Progressive


max56
 Share

Recommended Posts

1 ora fa, Progressive ha scritto:

Aprhotodite's Child

grande album , l'ho sempre cercato in vinile ( manie da collezionisti ) , ma l'ho sempre trovato "caro" ...

mi sono quindi accontentato della versione in CD

è un album che mi piace, certo non da ascoltare tutti i dì 😀

35 minuti fa, Progressive ha scritto:

Rick Wakeman (ex Yes) - The Six Wives of Henry VIII (1973)

non l'ho mai sentito per intero quell'album , adesso che l'hai citato andrò a cercarlo/ascoltarlo( non ce l'ho)

forse perchè ho 3 o 4 album degli Yes e non ho mai approfondito oltre .

Link to comment
Share on other sites

Solaris
2 ore fa, max56 ha scritto:

tra tutti gli album dei Barclay James harvest direi che "Live Tapes" del 1978 raccoglie la loro miglior produzione o i loro brani migliori , tra cui quello del link .

Finito di ascoltare ora.Mi ricordavo che facevano un prog abbastanza leggero,molto lineare.Non riscontrano propriamente il mio gusto ma "For No One" è bellissima!E ti dico anche che ho capito perchè mi piace.Somiglia maledettamente a "Grendel" dei Marillion! C'è una eccellente chitarra con un assolo finale molto intenso che mi ha ricordato appunto la suite dei M e la chitarra di S. Rothery.

Link to comment
Share on other sites

Segnalo altri "storici" gruppi progressive che non mi pare siano stati citati:

- Eloy (tedeschi, ebbero grande successo negli anni '70-80)

- Pendragon

- The Enid

- IQ

- Twelfth Night

Link to comment
Share on other sites

davenrk
11 ore fa, Progressive ha scritto:

Phideaux - Doomsday Afternoon

Fantastico 

 

Consiglio anche il precedente Chupacabras, ma anche i successivi

 

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

davenrk
10 ore fa, Progressive ha scritto:

Rick Wakeman (ex Yes) - The Six Wives of Henry VIII (1973)

Bellissimo!!

 

Consiglio anche il figlio Oliver Wakeman, un genio pure lui

 

in particolare questo album con l'altro genio della chitarra Gordon Giltrap

 

 

image.png.a0b626107fe26bef326ce52187bdfe0e.png

 

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

fastdoc
15 ore fa, Solaris ha scritto:

Voi che tipo di musica progressiva preferite?

Cresciuto con il prog anglosassone degli anni '70 non sono aggiornatissimo sui gruppi contemporanei.

Fra quelli che conosco (Flower Kings, Pendragon, IQ, Kaipa e simili) trovo che facciano composizioni di un buon medio/alto livello ma che spesso manchino di quella magia, di quel guizzo che tuttora mi fa amare ad esempio i Genesis.

Nel prog-metal ho apprezzato i primi dischi dei Dream Theater.

Link to comment
Share on other sites

fastdoc
14 ore fa, Progressive ha scritto:

Pavlov's Dog - Pampered Menial

 

14 ore fa, Progressive ha scritto:

Che ne dite? 

Mi piace ! Tanto che anni fa acquistai il vinile. Capisco che il cantato sia particolare e che possa non piacere. La voce mi ricorda un po' quella di Geddy Lee dei Rush

Link to comment
Share on other sites

Progressive

Germania 1972, Eloy.

Questo è il nome del gruppo tedesco e proprio nel 72 fanno uscire un disco interessante, direi di Progressive space-rock.

Tra sonorità ispirate più o meno ai Pink Floyd, all'hard rock dei Deep Purple e qualche altra influenza importante.

Si inizia con il pezzo forte del disco, la bella suite "Land of no Body"

 

NC0zMTQ3LmpwZWc.jpeg

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

11 ore fa, Solaris ha scritto:

Finito di ascoltare ora.Mi ricordavo che facevano un prog abbastanza leggero,molto lineare.

si si , tra i gruppi Progr dell'epoca erano tra i più "strappalacrime" o "accendini accesi" 😀ma hanno fatto 2/3 canzoni mitiche .

 

11 ore fa, Progressive ha scritto:

Mi è venuto in mente un'altro disco, a voi la sentenza.

ce l'ho originale comprato appena uscito , che dire

Valentine Suite è uno dei primi brani di musica Progressive che ho conosciuto/ascoltato , ed è forse uno dei brani Top o più significativi o come si voglia definire/chiamare della musica Progressive ...in due parole : quel disco , quella suite = credo di averne consumato i solchi con la puntina del giradischi 😀

3 ore fa, davenrk ha scritto:
13 ore fa, Progressive ha scritto:

Rick Wakeman (ex Yes) - The Six Wives of Henry VIII (1973)

Bellissimo!!

approfondirò , è un disco che ho sempre visto di sfuggita ed ascoltato pure , conoscendo già gli Yes ed avendone già fatto scorpacciata dei vari Lp ( anche YesSong come Valentine Suite è stato uno degli album da "consumo impulsivo " ), non ho più seguito la carriera da solista.

Link to comment
Share on other sites

Progressive

Nella prima traccia dell'album Inside si sentono davvero un bel po' di influenze, anche i Jethro Tull, la voce sembra simile a quella di Ian Anderson, ci sento anche un po' di Black Sabbath oltre agli artisti già citati, davvero un bel pezzo, a me piace parecchio. 🙂

anche Inside come Future City sono brani particolarmente ispirati ai Jethro Tull, insomma è un'album che consiglio, ascoltatelo e ditemi che influenze ci sentite.

 

Altro bel disco Progressive.

Beggars Opera - Pathfinder (1972)

 

OC04NDk3LmpwZWc.jpeg

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Progressive

Progressive Rock italiano (1973)

Questo disco non lo ascolto da parecchio.

 

 

 

NC5qcGVn.jpeg

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

davenrk
29 minuti fa, Progressive ha scritto:

Progressive Rock italiano

a proposito di prog italiano

 

disco recente: Antiche Pescherie nel borgo - "Si no Sabir... Tazir" 

 

sembra strano perché cantato in antico veneziano.....mi è piaciuto molto...

 

image.png.59535cf63b4373e6f9244fa4a5ca2991.png

 

 

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Progressive ha scritto:

Questo disco non lo ascolto da parecchio

"la Mente Vola" con  il suo crescendo fino circa al minuto 3 e passa è eccezionale  👍 poi il resto della canzone non continua  con lo stesso fascino/creatività/musicalità dell'intro ( almeno questo è il mio parere ) , però quell'intro è fantastica ! da ascoltare e riascoltare in loop 😀

 

Link to comment
Share on other sites

Progressive

Gryphon - Red Queen to Gryphon Three (1974)

.

Un concept album di Prog con rifacimenti a sonorità medievali, rinascimentali, folk rock.

La copertina fa intuire la tematica a cui fa riferimento l'intero album.

 

Ny0zMzAwLmpwZWc.jpeg

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...