Jump to content

Sicuri che abbiamo bisogno di tutte queste cose?


alexis
 Share

Recommended Posts

Il 13/6/2022 at 07:05, loureediano ha scritto:

 

Come già stato detto il minimal è una scelta giusta se fatta da un ricco, ma se costretta per un povero è cosa sbagliata.

Che in casa abbiamo almeno il 50% di cose inutili è cosa assai vera.

Ma da consumatori in cosa ci vogliono trasformare? Usufruttori?

 

Io Tutto ciò che ho in casa lo uso, se non lo uso lo vendo o lo regalo. Per altri diverrà poi utile. 
se invece pensiamo al sostentamento allora arriviamo anche al 90% delle cose. 
 

Però per il mio sostenimento mentale , di quel 90% almeno il 70% è altrettanto importante  😄
 

 

Link to comment
Share on other sites

“Sicuri che abbiamo bisogno di tutte queste cose?”

Certo, altrimenti non esisterebbe l’economia. 

 

Link to comment
Share on other sites

maxpalat

Personalmente sono convinto che molte delle cose che l’audiofilo possiede/ostenta sono in parte superflue.

Il noto adagio anglosassone “ Obsession for Possession” giustifica un tale atteggiamento mentale e pratico.

Trattandosi di un hobby non vedo perché giudicare chi “ gioca” con le cose più particolari e/o magari poco finalizzate ad ottenere un risultato ottimale: rientriamo nella sfera del personale , inviolabile e quindi non soggetto a critiche per quanto mi riguarda.

L’economia Roberto, per fortuna esiste anche per queste cose , è vero, ma non solo per questo e la direzione del mondo ci spiega che la strada è dissestata…

Trovo il minimalismo in campo hifi la filosofia che più mi convince : poche cose di qualità al posto giusto nell’ambiente ottimale, messe nelle condizioni di  lavorare al massimo delle loro potenzialità .

Link to comment
Share on other sites

É una passione se dovessimo razionalizzare ogni cosa probabilmente il 70 % di determinate marche o fabbriche chiuderebbe.

É necessaria un'auto che fa i 200 all'ora per spostarsi o un orologio che costa uno sproposito per misurare il tempo o un vestito d'alta sartoria per vestirsi o un telefonino da 1000€ per telefonare e potrei continuare all'infinito.

Ognuno ha le sue passioni ,la sua disponibilità economica e si appaga come vuole.

Sappiamo che i soldi sono un'unità di misura poco o  tanto dipende da quanti ne hai.

L'ostentazione in campo audiofilo la capisco poco non credo che uno spenda tanti soldi per ostentare un impianto HiFi piuttosto si compra un'auto o un orologio o una barca o una villa tutte cose che sicuramente danno più visibilità dello stereo 😁.

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

Altra riflessione di solito un appassionato di impianti HiFi un minimo di cognizione  sulle caratteristiche tecniche e sulle funzioni del suo impianto le ha.

Se provate a chiedere in altri campi veramente c'è il buio e allora effettivamente mi viene il dubbio che non sia passione ma ostentazione😁

Link to comment
Share on other sites

ascoltoebasta
41 minuti fa, Look01 ha scritto:

Altra riflessione di solito un appassionato di impianti HiFi un minimo di cognizione  sulle caratteristiche tecniche e sulle funzioni del suo impianto le ha.

Se provate a chiedere in altri campi veramente c'è il buio e allora effettivamente mi viene il dubbio che non sia passione ma ostentazione😁

D'accordissimo con te, si è troppo spesso convinti che la maggior parte di noi sia superficiale nel considerare cosa apporti vantaggi al suono,esisteranno anche questi,ma in minima parte, gli altri amano sentir bene la musica,secondo le loro preferenze, e acquistano di conseguenza. Se ho un cavo d'alimentazione da 2000 € probabilmente l'ho acquistato e non lo rivendo perchè migliora le prestazioni dell'impianto, se ho pagato il medesimo cavo 2500€ perchè ha la guaina in pitone,probabilmente mi interessa anche altro oltre ai risultati sonori, ma credo sia la minoranza.

Link to comment
Share on other sites

eduardo

La mia filosofia è molto semplice:  io uso quello che piace alle mie orecchie.

Tutto il resto è superfluo.

 

  • Melius 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

  • Moderators

@cactus_atomo non posso che concordare pienamente. c'è anche da ricordare che Jobs ebbe per molto tempo la casa vuota perchè non sapeva come arredarla, perchè, essendo un super perfezionista era anche un eterno indeciso.

G

Link to comment
Share on other sites

Francesco1786

@pro61 Posso? Questo avviene solo perché hai spostato l'attenzione dalla musica all'impianto. Scordati l' impianto, i cavi, il tuning...ascolta la musica che ami, alza il volume e finisce l'insoddisfazione.  Ho speso una mezza follia tre giorni fa, ancora devo piazzare bene le casse. Me ne frego, volume alto e via.

Link to comment
Share on other sites

captainsensible
1 ora fa, Francesco1786 ha scritto:

Ho speso una mezza follia tre giorni fa,

Scusa ma se la soddisfazione è la musica, perché hai speso un mezza follia allora ?🙄

 

CS

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Francesco1786

@captainsensible Perché fino a un certo livello le differenze sono macroscopiche. Dopo di che non vedo il senso di farla diventare y malattia, una cosa che provochi "insoddisfazione".

Link to comment
Share on other sites

ascoltoebasta
10 ore fa, Francesco1786 ha scritto:

Questo avviene solo perché hai spostato l'attenzione dalla musica all'impianto. Scordati l' impianto, i cavi, il tuning...ascolta la musica che ami, alza il volume e finisce l'insoddisfazione. 

Per me invece è proprio l'amore per la musica e il volerla ascoltare come merita che da importanza all'impianto e alla sua messa a punto,son solo punti di vista diversi.

Link to comment
Share on other sites

loureediano

Il volere ascoltare musica al meglio è una scusa ed è pure puerile.

Basta guardare gli impianti di noi tutti, tutti diversi e con timbriche diverse, almeno a sentire cosa si dice sugli scritti presenti in questo forum dove pure i cavi ci mettono del suo.

Quindi sentirla al meglio è falso. Semmai sentirla come piace a noi, ma nulla ha a che fare con l'hifi 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

silvanik
Il 23/6/2022 at 09:45, joe845 ha scritto:

c'è anche da ricordare che Jobs ebbe per molto tempo la casa vuota perchè non sapeva come arredarla, perchè, essendo un super perfezionista era anche un eterno indeciso.

Jobs oltre a genialità e ricchezza aveva anche caratteristiche  che io non vorrei assolutamente avere.

Link to comment
Share on other sites

silvanik
Il 21/6/2022 at 18:06, maxgazebo ha scritto:

Io seguo una filosofia minimalista da sempre, la distanza minore tra due punti è il segmento che li unisce...tutto ciò che non è strettamente necessario nel sistema va tolto, bene o male inserisce un suo "suono"

Non è un discorso di budget, di ricchi o di poveri, è un discorso che esula, una regola universale

Sono perfettamente d'accordo con te e sto cercando di ottimizzare il mio sistema in tal senso.

Link to comment
Share on other sites

Francesco1786

@ascoltoebasta parti dal primo post che ho commentato. Se invece di goderne tutto ciò ti genera insoddisfazione vuol dire che hai perso di vista l'obbiettivo. Non credi? 

Link to comment
Share on other sites

ascoltoebasta
2 ore fa, Francesco1786 ha scritto:

Se invece di goderne tutto ciò ti genera insoddisfazione vuol dire che hai perso di vista l'obbiettivo. Non credi? 

 Non so a quale post ti riferisca,in me la cura dell'impianto ha procurato maggior piacere nell'ascoltare musica,vuol dire che sapevo bene quale fosse il mio obbiettivo,che per me non è "solo" ascoltare musica,ma farlo al meglio.

Link to comment
Share on other sites

maxgazebo
9 ore fa, silvanik ha scritto:
Il 21/6/2022 at 18:06, maxgazebo ha scritto:

Io seguo una filosofia minimalista da sempre, la distanza minore tra due punti è il segmento che li unisce...tutto ciò che non è strettamente necessario nel sistema va tolto, bene o male inserisce un suo "suono"

Non è un discorso di budget, di ricchi o di poveri, è un discorso che esula, una regola universale

Sono perfettamente d'accordo con te e sto cercando di ottimizzare il mio sistema in tal senso.

Bene, ci troviamo allineati allora...se posso dirti per arrivare a target la cosa fondamentale è stato il diffusore in ambiente, avere un ottimo diffusore di generose dimensioni, lineare su tutta la banda audio e ben efficiente...e sei al 70% dell'opera...poi ti diverti a trovare streamer, DAC e finale giusti, ma con le fondamenta solide e rocciose di una diffusione di riferimento ben inserita in ambiente 

Link to comment
Share on other sites

silvanik
9 minuti fa, maxgazebo ha scritto:

Bene, ci troviamo allineati allora...se posso dirti per arrivare a target la cosa fondamentale è stato il diffusore in ambiente, avere un ottimo diffusore di generose dimensioni, lineare su tutta la banda audio e ben efficiente...e sei al 70% dell'opera...poi ti diverti a trovare streamer, DAC e finale giusti, ma con le fondamenta solide e rocciose di una diffusione di riferimento ben inserita in ambiente 

Anche su questo concordo con te, e ho pure estremizzato la semplificazione a tutto vantaggio della resa sonora, JBL 4367, streamer Cambridge Audio 851N collegato via AES al finale Crown I-Tech 9000 HD dotato di DSP e DAC interni nonché controlli frontali di attenuazione che fungono perfettamente da controllo di volume. Risultato impressionante, ma non si può dire forte...il finale è un classe I.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...