Jump to content

Denon DL 103 e 103R quali differenze?


Tic
 Share

Recommended Posts

Conosco la DL 103 che un tempo equipaggiava il mio SL-1200, mi piaceva e stavo appunto guardando per acquistarla visto che la scelta del giradischi è caduta sul Technics SL-100C.

Poi vedo che oltre la Denon commercializza anche questa versione(R), che immagino sia replica ma da quello che si legge è migliore...in cosa?

Chiedo lumi a voi, io la vecchia 103 lo amata per come non mi faceva notare i difetti dei miei vinili ormai usurati, questa nuova è uguale o diversa?

Grazie!

Link to comment
Share on other sites

scroodge

Ecco.. in certi punti ce l'abbiamo messa tutta ad essere... audiofili!😁

Non ti spaventare, fai un po' la tara dai...

Link to comment
Share on other sites

Dunque la mia modesta e poco tecnica opinione è, che non acquisterei la DL-103 se cercassi dettaglio e raffinatezza, ci sono centinaia di testine che possono dare quei risultati.

 

La DL-103 è una testina come molte altre che appartiene ad un altra epoca, quando le elettroniche e il modo di ascoltare non era quello attuale, dunque, chi oggi la compra per il proprio impianto lo fa perché ricerca quel timbro o solo perché(come nel mio caso), non ha voglia di provare altro.

 

Queste "abartizzazioni" che vengono effettuate a dire il vero altro non sono che la solita coperta corta, aggiungono da un lato e tolgono dall'altro, perciò, sempre secondo quello che ricordo la mia attenzione si rivolgerà verso il vecchio modello, curando bene l'interfacciamento con pre-phono più adatto a lei, e continuare ad apprezzarla per quella che veramente è, cioè una testina di sostanza che mette un po tutti d'accordo oltre poi essere molto robusta e longeva.

Link to comment
Share on other sites

SpiritoBono

@Tic più che altro non l'acquisterei con un braccio di massa efficace inferiore a 16-18 g.

Sarebbe come montare molle e ammortizzatori di un fiat ducato sotto una fiat 500.

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

@Tic La 103 è una testina gradevole, non delude quasi mai, , è ottima se hai una collezione di dischi datati e non in perfette condizioni, ovviamente la minore sensibilità a polvere sporcizia e imperfezioni del disco la si paga su altri fronti, ma sono scelte. ho un mare di mc, tra queste di recente una 103 e devo dire che non è alla altezzam di una kiseki, di una genesis 2000, di una kowtsu ecc ecc, ma riapetto a queste è molto più facile ed universale (a patto di avere un baccio adeguato). alla fine c'è chi compra tannoy che sicuramente non sono il top quanto a dettaglio e definizione, ma restano sul mercato saldamente da 60 e passa anni e hanno uno stuolo di fans.

 

considerando il prezzo di vendita ed i vantaggi (compresa la tolleranza ad una messa in dima non perfetta) direi che è un prodotto estremamente raccomandabile, basta conoscerne pregi e difetti (m chi è senza peccato...)

Link to comment
Share on other sites

long playing

@cactus_atomo

1 ora fa, cactus_atomo ha scritto:

ho un mare di mc, tra queste di recente una 103 e devo dire che non è alla altezzam di una kiseki, di una genesis 2000, di una kowtsu ecc ecc,

Che costano  nvolte di piu' anche a trovarle usate.

E tuttavia riesce a stare dietro ma non un abisso.

In ogni caso quello che conta e fa l'unicita' di questa testina , a parte le prstazioni buone un po' su tutti i parametri , e' che allo stesso costo di una buona MM oppure MC economica ha prestazioni spesso di spanne superiori. E non che bisogna per forza'assecondarla per forza  con oggetti piu' costosi di essa.

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

long playing

@SpiritoBono

9 ore fa, SpiritoBono ha scritto:

Basta avere un braccio PESANTE ed è molto gradevole 

Sono portato a pensare che non e' una regola , perche' la monto ogni tanto su di un braccio da 10 - 11 grammi e la trovo oltre che " molto gradevole " alle mie orecchie anche molto prestante in un range di parametri assai ampio. Che dire ,  io con questa testina mai avuto il minimo problema tanto da ritenerla addirittura una testina " facile " . L'ho fatta acquistare ad un mio caro amico mio "coetaneo"... molto appassionato ma altrettanto imbranato in materia tecnica hifi per non parlare di montaggi ecc...ha pero' oreccchio fine e dopo presa l'ha montata " alla buona "  su un Thorens TD 160 con braccio Mission 774 lc, stadi fono di vari ampli integrati  e separati , non possiede neanche una dima ma varie testine  Grado , Shure , Stanton , AT . Mi ha telefonato per dirmi : " Va una bomba ! ".

Magari come dici con braccio pesante va ancora meglio non metto in dubbio , ma gia' senza perderci testa e denaro da la paga a "tante" in prestazioni e gradevolezza imho.

Link to comment
Share on other sites

...l'unico difetto.... è che costa poco per quello che da. Io se fossi la Denon la ritirerei per un paio danni e poi la rimetterei sul mercato a 1000 euro.... vuoi vedere che ci sarebbe la corsa per averla.???

  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

SpiritoBono

@Tic rispondendo alla tua domanda, la versione R ha un impedenza più fruibile ai vari step up/trasformatori presenti solitamente nelle case degli audiofili.

La versione "liscia" ha un impedenza interna che richiede l'uso di step-up o trafo un po' particolari.

In soldoni se si ha uno step-up o trafo "comune" meglio la R...

A dimenticavo, entrambe vogliono e pretendono un braccio PESANTE 

Link to comment
Share on other sites

long playing

@SpiritoBono

19 minuti fa, SpiritoBono ha scritto:

ai parametri tecnici non si comanda, quello è 

Ma e' l'orecchio (soggettivo ) che valuta. Sono decenni che suscita pareri e considerazioni a dir poco contrastanti. Ad ognuno il suo.

Link to comment
Share on other sites

scroodge
30 minuti fa, long playing ha scritto:

Sono portato a pensare che non e' una regola , perche' la monto ogni tanto su di un braccio da 10 - 11 grammi e la trovo oltre che " molto gradevole " alle mie orecchie anche molto prestante in un range di parametri assai ampio.

Eh... mi ci fai fare più di un pensiero.. devo trovare la voglia di cavarla dal suo shell e installarla sul braccio del seocndo gira (Thorens TD318), giusto per provare..


Poi... posto che a te non posso insegnare nulla ed anzi, da te ho sempre appreso... le mie ultime prove mi spingono a pensare che, pure ritenendo io che una cosa sia una shell pesante (peso concentrato), tutt'altra un braccio pesante (peso distribuito), mi sembra che in realtà la 103 gradisca molto come dire...portare il "peso sulle spalle", meglio se nei pressi della sospensione, infatti ho un risultato migliore avvitando un peso da 4g sopra la shell che non inserire la basetta in ottone isokinetik o rivestendola con guscio metallico..


Quindi: hai considerato l'idea di appesantire l'estremità del tuo braccio da 10?

Link to comment
Share on other sites

long playing

@scroodge

4 minuti fa, scroodge ha scritto:

Quindi: hai considerato l'idea di appesantire l'estremità del tuo braccio da 10?

Montai una piastrina metallica di 3 gr. In dotazione al braccio + un'altra di 2 gr. per un totale di 5 gr., sara' un mio limite.ma non sono riuscito ad avvertire differenze. 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...