Jump to content

Su ATC, PMC e sui diffusori attivi in generale


Superfuzz
 Share

Recommended Posts

@Jacky praticamente sono fornite senza il x-over ne attivo ne passivo con solo la cassa con gli altoparlanti diretti ai morsetti per poi poter fare quello che si vuole.

 

Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, FFeller ha scritto:

con posizionamento vicino alla parete di fondo

Con due woofers da venti centimetri a diffusione posteriore andrei molto cauto con il posizionamento vicino alla parete di fondo...

DD_website-24-2.jpg

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Cano ha scritto:

Le EL 150 nascono così 

Per le altre basta chiedere 

se è cosi le 150 passive non possono funzionare con finale stereo ma solo con i moduli di amplificazione esterni della casa o in tramplificazione e opportuno crossover elettronico.

Mi sembra strano, poichè sul catalogo ci sono le frequenze di taglio anche per tutti i modelli passivi e sul tubo non mancano video delle 150 pilotate con un finale stereo.

mi perdo qualcosa o stando alle carte sembra più plausibile che le passive abbiano una predisposizione per bypassare il crossover passivo, oppure c'è la possibilità di averle 'vuote', spero anche con un pò di sconto.

 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, GasVanTar ha scritto:

Con due woofers da venti centimetri a diffusione posteriore andrei molto cauto con il posizionamento vicino alla parete di fondo..

nel weekend mi sono letto un pò di questi diffusori - i 2 subwoofer posteriori vanno tenuti tra i 10 cm ed i 50 cm , e lo si diachara poi nell'app che gestisce il tutto

  • Melius 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, GasVanTar ha scritto:

Con due woofers da venti centimetri a diffusione posteriore andrei molto cauto con il posizionamento vicino alla parete di fondo..

quando c'è il dsp è quasi tutto possibile

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

@GasVanTar @Simo in realtà sono subwoofer, e sono studiati x stare vicino alla parete posteriore x il corretto rinforzo/diffusione

Non è così strano per un subwoofer; il mio Dynamo ad esempio è rivolto verso il pavimento , ed è a qualche centimetro da esso 

Link to comment
Share on other sites

@Simo sì, ho ascoltato in uno studio dei monitor nearfield barefoot. Notevoli anche loro, ma nel contesto in cui li ho sentiti suonavano ovviamente molto "in faccia", molto analitici e asciutti. Insomma da studio. Godi per la miriade di dettagli e la microdinamica che hanno, ma dopo un po' rischiano di essere affaticanti, se non sei proprio allenato a questo tipo di ascolto.

  • Melius 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

47 minuti fa, Drummeria ha scritto:

suonavano ovviamente molto "in faccia", molto analitici e asciutti.

 

48 minuti fa, Drummeria ha scritto:

ma dopo un po' rischiano di essere affaticanti

Stano, non l’avrei mai detto, leggo la classica caratteristica del monitor economico di piccole dimensioni

Link to comment
Share on other sites

@Jacky ed effettivamente, ripeto, si tratta di monitor nearfield (modello footprint, non ricordo se le 01 o le 02), usati in una piccola control room di uno studio di registrazione che ho frequentato. Fanno bene il lavoro per cui sono stati progettati (micro monitor di tipo nearfield). 

Sono grossi come delle scatole di scarpe, ma ti stupiscono per l'spl che hanno.. Se esageri col volume ti spettinano.. 

Molto performanti, ma il litraggio del cabinet non permette di usarli come main monitor. Consentono un ascolto molto pulito ed analitico, ma se vuoi percepire la scena, la larghezza e la profondità di una grande orchestra personalmente trovo difficile che possano dartela, necessitando un ascolto "in faccia" ad un metro dai diffusori (il loro hot spot ottimale) per restituire il dettaglio e la precisione di cui sono capaci. 

Poi ribadisco, mia opinione personale e di conseguenza molto soggettiva. 

Link to comment
Share on other sites

@FFeller grazie,mi ritrovo con la recensione, quando le sentii avevo un Sugden A21a con gli attuali diffusori e ricordo che in molte sale della fiera preferivo sicuramente come si sentiva a casa mia,ma nella sala delle 8c c'era veramente da restare a bocca aperta,ho sentito un brano di Hans Zimmer, impatto devastante,ho voluto riascoltarlo a casa,mi veniva da piangere,era tutto in scala ridotta..😉

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Gici HV ha scritto:

grazie,mi ritrovo con la recensione, quando le sentii avevo un Sugden A21a con gli attuali diffusori e ricordo che in molte sale della fiera preferivo sicuramente come si sentiva a casa mia,ma nella sala delle 8c c'era veramente da restare a bocca aperta,ho sentito un brano di Hans Zimmer, impatto devastante,ho voluto riascoltarlo a casa,mi veniva da piangere,era tutto in scala ridotta..😉

ti confesso che questi 8C mi intrigano molto

hanno un prezzo notevole, ma in futuro, chssà, potrei anche fare una pazzia

per adesso mi godo la musica con quello che ho, che mi soddisfa molto, dopo l'inserimento del subwoofer ed il posizionamento con toe-in delle Tannoy

ma questi 8C .... li tengo d'occhio 😄

Link to comment
Share on other sites

16 ore fa, FFeller ha scritto:

ti confesso che questi 8C mi intrigano molto

hanno un prezzo notevole, ma in futuro, chssà, potrei anche fare una pazzia

per adesso mi godo la musica con quello che ho, che mi soddisfa molto, dopo l'inserimento del subwoofer ed il posizionamento con toe-in delle Tannoy

ma questi 8C .... li tengo d'occhio 😄

https://audiophilestyle.com/forums/topic/62373-apartment-audiophile-a-‘subjective’-review-of-dd-8c-speakers-for-pop-electronic-and-rock-music-fans/

interessante esperienza

Link to comment
Share on other sites

@FFeller condivido molto di quello che ha detto, soprattutto le esperienze nulle ma goduriose dell'età adolescenziale,era già molto avere i diffusori posizionati in maniera decente 😊

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

@Gici HV il mio primo diffusore è stato un altoparlante di una vecchia radio, assemblato con un bidone del detersivo per lavatrice, "insonorizzato" all'interno con gomma piuma 😄

il primo "stereo" si basava su un'autoradio

vabbè, tempi andati

 

scusate l'OT

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, FFeller ha scritto:

il mio primo diffusore è stato un altoparlante di una vecchia radio, assemblato con un bidone del detersivo per lavatrice, "insonorizzato" all'interno con gomma piuma 😄

il primo "stereo" si basava su un'autoradio

vabbè, tempi andati

 

ci mettevi la radio direttamente dentro e diventava pure il tuo primo diffuore attivo, saresti stato già avanti 🙂

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...