Jump to content

E.A.R. 834P clone diy: un pre phono a valvole in kit con enormi potenzialità


Stel1963
 Share

Recommended Posts

17 minuti fa, pro61 ha scritto:

Sai se c'è qualche kit simile, solo linea? Mi è  venuta voglia di fare un pre valvolare, ma fra srpp, mu follower e compagnia cantante, non ci capisco una mazza 

Si... e strepitoso... Uno dei pre meglio suonanti sul mercato indipendentemente dal costo.... il Convergent CAT SL-1.... i Cinesi lo hanno copiato di sana pianta, visto che ancor oggi è uno dei 10 pre meglio suonanti della storia dell'Hifi. Non costa poco. E' uno dei kit più cari e più richiesti.... 100-120€ , a cui aggiungere un degno case, il trafo e un pos dicosette. E a cui curare i condensatori di alimentazione come hanno fatto e fanno alla Convergent. E'il mio prossimo kit.

Link to comment
Share on other sites

explorerdue
5 ore fa, Stel1963 ha scritto:

Eccone uno montato da Mr. Manca

WOW, sarebbe da aprire un nuovo thread su questo kit. Credo interesserebbe a molti

Link to comment
Share on other sites

ferdydurke

Tornando in tema, ho visto che c’è una certa possibilità di scelta per le valvole, ma quali consiglieresti...personalmente resterei sulla produzione attuale...

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, explorerdue ha scritto:

WOW, sarebbe da aprire un nuovo thread su questo kit. Credo interesserebbe a molti

Sarà il prossimo.  Ma non ce la faccio fino a ottobre novembre.  Devo ordinare i pezzi, montare e sperimentare.  Ordinare e montare è il meno… poi sperimentare è lunga.  Tavolo di lavoro e sqla qscolto son separate e ogni volta devo,  anche solo per provare 4 resistenze diverse, fare kilometri.  Scollega, trasporta Apri, dissalda, risalda, chiudi, trasporta, ricollega….. ci viole tempo.  Potrei peovare ad allestire un piccolo impianto cuffie sul tavolo di lavoro….

 

4 ore fa, ferdydurke ha scritto:

Tornando in tema, ho visto che c’è una certa possibilità di scelta per le valvole, ma quali consiglieresti...personalmente resterei sulla produzione attuale...

Sono entusiasta delle jj.  Le ecc83s, suono vivo e dinamico, veloce e con una punta di frizzante.  Ma sopratutto totale insensibilità ai disturbi elettromagnetici, bassa rumorosità, insensibilità al feedback.   Solo le ecc83 telefunken sono meglio sunqueeti parametri.  Devo provare anche le jj ecc83 normali.  Le ho ma montate altrove.  Per il resto: EH, un po piatte e molto sensibili ai disturbi, tung sol (moderne), molto fredde r un pelo sensibili a disturbi, le cinesi in genere meno profonde , piatte e abbastanza sensibili al ferdback, con una certa esaltazione delle medioalte

Link to comment
Share on other sites

ferdydurke

@Stel1963 Grazie per le tue considerazioni sulle valvole da utilizzare. Ti volevo anche chiedere se ritieni utile montare l'attenuatore o se sia preferibile evitare...ricordo che l’originale lo montava...sinceramente non so se potrebbe essere utile...

Link to comment
Share on other sites

Marco Angelozzi

@Stel1963

ho ritenuto meglio fare marcia indietro e seguire il tuo consiglio prendendo una scheda nera da douk completa da assemblare. Credo che sia meglio per me in questo momento. Il PCB blu lo terrò per il momento parcheggiato. 
In questo modo mi semplifico la vita e mi concentro di più sulle sole modifiche che a quanto capisco interesseranno i condensatori, le due resistenze che compongono quella da 790kohm e quella di ingresso da 47k. A proposito di quest’ultima, potrei metterne una da 100k per adattare meglio la una dl103 con uno step up 1/15? O magari un commutatore su più valori resistivi?

grazie per quello che fai 👍🏻
buona serata a tutti

Link to comment
Share on other sites

sandrelli

Lo schema giusto è questo:

T71inomh.thumb.jpeg.fe43e54f84af77e9b73cbb8325396204.jpeg

Le paturnie sulla R in, da 47K non contano, tanto in parallelo ci sta l'mpedenza mooolto bassa della testina o trasfo step-up... è più importante la qualità dei tubi. Se ci sono troppi o brutti bassi si può giocare sulla diminuzione del valore di C4

Link to comment
Share on other sites

Marco Angelozzi

@sandrelli si questo è lo schema originale. Ma con questo thread mi sembra che @Stel1963 proponga alcune modifiche già adottate nei vari gruppi di discussione sul ear834p. Scusate se faccio qualche domanda che a qualcuno puó sembrare stupida ma sono nuovo e vorrei capire. Buona giornata

Link to comment
Share on other sites

sandrelli

 Lo schema più logico è quello. Le altre menate sono frutto di diy che ascoltano poi tutto nel PROPRIO mpianto, ma si deve partire cmq dall'originale EAR.

Link to comment
Share on other sites

@sandrelli

per l'ingresso non è come dici tu.

Poi esiste la capacità di ingresso che purtroppo per l'effetto Miler non è così da trascirare. Ela capacità dei cavi e con le MM bisogna stare attenti . Con gli step up il ragionamento è più o meno lostesso

Poi cosa significa troppi bassi o brutti?

O si ha l'accortezza di capire cosa succede anche con uno straccio di misura oppure si va alla cieca.

 

 

Walter

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

sandrelli

È vero, dimenticavo l'effetto Miller!

Bassi brutti... perché potrebbe andare in risonanza il sistema braccio/puntina/giradischi senza quel filtro.

Purtroppo molti diy non hanno uno straccio di oscilloscopio e si fidano dell'orecchio degli altri, altri che hanno ovviamente ascoltato nel proprio contesto.

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

@sandrelli

Normalmente l'acoustic feedback, nei sistemi analogici non ben configurati, è molto sensibile ai disturbi esterni ( in alcuni casi se batti il piede sul pavimento vicino al giradischi) e quindi un rinforzo dei bassi potrebbe essere un problema in più.

Però sempre un controllo sarebbe da fare.

Tanto per avere una idea basta una buona sound card e il software ARTA

Si cerca la tabella RIAA e si fanno le prove

 

W

Link to comment
Share on other sites

L'orecchio spesso non riesce a percepire delle castronerie che si fanno a livello elettrico.

Una sera di un paio d'anni fa, andai a casa dell'autore di questo 3D, e parlando del più e del meno gli dissi di aver ascoltato per diverso tempo l'impianto con uno dei due mid invertiti , senza accorgermene, e lui,  impossibile non accorgersene. Vabbè. Andamma in salotto e mi montò seduta stante una coppia di vecchie Klipsch da cui aveva tolto le trombe dei medi e Tw. Montò ed ascoltammo, assieme ad un altro amico, anche lui iscritto al forum, mezza facciata di We get request, di Oscar Peterson, rigorosamente in vinile. Bello, ma che bello. Il giorno dopo, mi manda un WA e dice,"Nella confusione, ieri sera, ho montato un medio invertito". Azzzzzzzzzzzz, in tre non ce ne siamo accorti.

Link to comment
Share on other sites

Mah,

su questo aspetto ho esperienze opposte.

In diversi casi la riproduzione aveva un nonsochè di strano, come di un paesaggio che va e viene anzichè stare ben fermo nell'inquadratura; dopo verifica si è scoperto che una tromba ( sistemi a 2 vie con tromba per gli alti ) era connessa a rovescio.

Certo si era tutti sobri, non si era bevuto nulla.

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...