Jump to content

Braccio 12" per Denon DP 80


lofuoco
 Share

Recommended Posts

@noam quindi te, al giradischi a due bracci prefeririesti due giradischi diversi? In via teorica mi torna, un dd e un flottante con bracci e testine diverse offrono una grandissima varietà di abbinamenti... 

@Lestratto Un bel po'... 😱 però mi piace moltissimo! 

@BEST-GROOVE Si avevo letto cose al riguardo... Giusta osservazione! 

Ma forse ha ragione @bear_1 che sarebbe meglio andare dietro all'esperienza giapponese dei plinti in multistrato.. Certo il primo plinto che ho postato é oltre che bello, sulla carta molto performante.. Sarei davvero curioso 

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
BEST-GROOVE
1 ora fa, bear_1 ha scritto:

io penserei più ad un plinto in Panzerholz

 

la tendenza in questi ultimi anni è questa ma trovarlo chi lo lavora son problemi infatti anche le frese più aggressive e taglienti hanno i loro caxxi a lavorare quel composto.

Link to comment
Share on other sites

Semplice, elegante, ordinabile in colori a richiesta e, non da poco, fornita con feet pneumatici per un isolamento ottimale ...

Thomas Schick  

image.png.ff75421ea7fe261757d64bb65adf537d.png

image.png.c1c376a8d4e7b8bded1c8f62106ab5c9.png

image.png.9e6f39793e3d0986dc9ff61e8ce7a763.png

 

 

Link to comment
Share on other sites

41 minuti fa, lofuoco ha scritto:

un dd e un flottante con bracci e testine diverse offrono una grandissima varietà di abbinamenti... 

non sono tanto gli abbinamenti a far la differenza ... 🙄

leggendo, qua e la, strane formule alchemico logaritmiche atte a comporre un set di alto profilo, mi domando, in primis, se non si è mai avuta occasione di confrontare il modo di porgere la Musica di un DD, poi di un Cinghia, quindi di un Puleggia, nello stesso giorno, magari, con lo stesso disco .... mah

Link to comment
Share on other sites

il Marietto
44 minuti fa, BEST-GROOVE ha scritto:

la tendenza in questi ultimi anni è questa ma trovarlo chi lo lavora son problemi infatti anche le frese più aggressive e taglienti hanno i loro caxxi a lavorare quel composto.

Il  Panzerholz lo ha adottato da anni Clearaudio sia come corpo testine su alcuni modelli, sia nei giradischi contrapposto ad altri materiali. 

 

spacer.png

Link to comment
Share on other sites

La tendenza degli ultimi anni, è quella di costruire plinti fatti di strati di materiali diversi, sfruttando le loro caratteristiche diverse, per ottenere i migliori risultati. 

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
BEST-GROOVE
8 minuti fa, iBan69 ha scritto:

è quella di costruire plinti fatti di strati di materiali diversi, sfruttando le loro caratteristiche diverse, per ottenere i migliori risultati. 

 

Giusta osservazione, ma senza mettere materiali a caso c'è qualche scritto a livello teorico utile per consultazione?
Ne dovrei far fare anch'io di plinti ....ma aspetto idee migliori rispetto al classico multistrato di betulla.

Ad esempio nei vecchi plinti Victor per i motori della serie TT c'era la tendenza nel frapporre materiali diversi ...a vedere questo che possiedo sembra che oltre al truciolato ci sia del compensato o altro materiale inserito a sandwich


f61688.jpg.fbd20aed5281374d1c4f361bd6385706.jpg

Link to comment
Share on other sites

@BEST-GROOVE

7 minuti fa, BEST-GROOVE ha scritto:

c'è qualche scritto a livello teorico utile per consultazione?

Che io sappia, no ... ma lo si deduce, osservando attentamente molti giradischi delle ultime generazioni, per capire, che le dimensioni e peso di un plinto non sono tutto, e che materiali diversi ben abbinati, possono ottenere risultati anche migliori. Non c’è che sperimentare ... 😉

Link to comment
Share on other sites

Il 11/4/2021 at 14:27, daniele_g ha scritto:

posso chiederti se hai preso il DP80 in GIappone ? non ne ho presenti in giro attualmente, se non a prezzi... alticci 😉 . sono tentato  da Unisound -se ne vedo uno- ma mi spaventa l'acquisto oltre oceano

Scusa Daniele la tarda risposta! Io lho proprio preso da unisound. Non posso fare altro che consigliartelo! Arrivato in 7 gg imballato a dovere e revisionato dai loro tecnici. Addirittura c'è il manuale originale in giapponese 😂😂

Ps considera di aggiungerci I dazi doganali da pagare a dhl 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Credo che non si tratta solo di abbinamenti tra materiali, ma anche come vengono abbinati: incollati, avvitati, distanziati, ammortizzati, ecc.

Ad esempio .... Nel mia piccola esperienza sulle basi da interporre sotto i giradischi, ho capito che i migliori risultati si avevano abbinando tipologie anche diverse di materiali e sistemi di disaccoppiamento e isolamento, che incrociati, non avevano le caratterizzazioni sonore che invece hanno, quando si usava una sola tipologia di isolamento, o materiale. Certo che, per un plinto, è tutto più complicato, ma di base, il principio funziona. 

Necessiterebbe approfondimenti ... ma, io non ho certo le capacità tecniche e le conoscenze per farlo. 🙂

Link to comment
Share on other sites

@iBan69 in giro si trovano aziende che costruiscono plinti per denon thorens e garrard ma difficilmente con progetti innovativi. Mi ha colpito ariamateria (il primo che ho postato), poi in genere si trovano cose in multistrato..ed anche costosette 

Interessante quello postato da @tapesrc ora mi ci faccio un giro per studiarlo

@daniele_g yes 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

@iBan69 Aggiungo inoltre che spesso non mi convincono i progetti per come vengono fissati i bracci sul plinto. Vero punto debole! 

Altro argomento il trasformatore di corrente: io ho un stepdown 220-110 ottimo che vorrei mantenere esterno. Spesso si vedono plinti con la vaschetta iec...ed il trasformatore dove lo mettono?! Vicino al braccio o sotto il plinto così da complicare il discorso rumore 

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
BEST-GROOVE
Il 20/4/2021 at 14:31, lofuoco ha scritto:

Vicino al braccio o sotto il plinto così da complicare il discorso rumore 


francamente molti giradischi Jappi vintage e non lo hanno nel plinto e si tratta ancora di vecchi tradizionali a lamierini che di flusso disperso ne hanno più di altri eppure nessuno si è mai lamentato del problema....anzi dirò di più, stanco di avere scatolotti di step-down tra i piedi ho intenzione di sostituire i trasformatori originali con altri già funzionanti a 220 V da mettere al posto degli originali a 100V come ho fatto per lo step up Denon HA 1000 dove pubblicai poco qualche settimana fa un 3ad dedicato.

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
BEST-GROOVE

@lofuoco  no sul motore ma sul trasformatore....sostituire il 100 volt passandi al 230 ... ovviamente va calcolato l' assorbimento del giradischi per prendere il trasformatore appropriato e adeguato  il/i fusibile/li d' ingresso che non saranno più appropriati e rimpiazzati se ci sono dei condensatori di spunto sulla linea ma sono dettagli che qualunque tecnico può fare se glielo affidi ... alla fine lo step- down non serve più.

Il tutto va valutato su ogni giradischi la fattibilitá di inserirci un trasformatore alla ns tensione di rete, ma a meno che l'originale non sia infilato in un' anfratto appropriato un toroidale di qualità disteso o in piedi ci dovrebbe stare senza problemi.

Link to comment
Share on other sites

Ricordo  all'opener che il plintho originale Denon dedicato al DP 80 e la base DK 300 costruita appunto in Panzerholz...14 kg ...la posseggo sotto al mio dp 80 e ne sono molto soddisfatto...si trovano nei vari siti di vendita con un po di pazienza...te la consiglio...poi magari puoi cambiargli i soliti piedini denon con molle coniche con qualcosa di piu performante, anche se comunque sono ottimamente smorzate, e svolgono egregiamente il loro lavoro.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...